Rissa fra Salvini ed un bagnino romagnolo per "Porti chiusi"

Tragedia sfiorata di fronte al Papeete

Il Capitano al controllo armi prima di salpare

Il sole si sà fa abbronzare e questo a Salvini, impegnato nella campagna "Porti chiusi" non piace: "Si diventa negri" ha detto, nonostante la protezione 3000, fatta con lozione di acqua del fiume Po.

Dopo che la magistratura lo ha mandato a processo sull'intero codice penale per la questione Open Arms, Salvini ha deciso di spendere la propria vacanza romagnola allo scopo diventare un marinaio provetto e pattugliare a remi il Mediterraneo insieme al mozzo Borghi. Eventualmente, anche, per fuggire via mare in caso scocchino condanne.

Per diventare un marinaio provetto Salvini ha comprato un moscone a remi con il quale si allena tutti i giorni a navigare verso gli scogli di Milano Marittima. Il training si basa sulla navigazione a remi senza versare nemmeno una goccia di mohito dal bicchiere.

Durante una telefonata drammatica e costruttiva Giorgetti, colpito dall'iniziativa, gli ha fatto notare che il moscone era rosso comunista e quindi Salvini di notte lo ha dipinto di verde. Ma, visto che non sa fare un cazzo ha usato tinta da muro ed appena partito in navigazione intorno al moscone si è formata una brodaglia verde vomito di vernice che si è sciolta in mare.

Dalla stazione spaziale orbitante si poteva scorgere un uomo abbronzatissimo con un moscone ed un mohito attorniato da brodaglia verde.

il moscone durante la verniciatura da rosso a verde

Mentre la moglie di Salvini, in spiaggia, si metteva il burka per la vergogna la macchia nel Mediterraneo non è sfuggita ai satelliti spia cosicchè sono state allertate le maggiori ONG per prendere a bordo il naufrago probabilmente scappato dalla Tunisia.

La prima ad arrivare è stata la nave di Carola Rackete alla quale Salvini, respingendo l'abbordaggio, ha tirato una piadina usata come arma di distruzione di massa al grido "depilati le ascelle puzzona". 

Telefonate e cablogrammi fra i vari Ministri degli Interni e degli Esteri sono seguite dopo l'avvistamento. Malta ha detto " è un terrorista di una cellula dell'ISIS che ha vomitato" e non lo vogliamo. La Tunisia ha stigmatizzato che non poteva essere un Musulmano perchè ha un mohito, respingendo l'accusa di averlo fatto partire. Erdogan ha fatto presente tramite il suo portavoce " è quello scemo di Salvini"! Ma non è stato creduto. La Spagna si è detta disposta ad inviare una goletta della Guardia civil ma poi ha ritrattato perchè, a ben vedere, la menta nel Mohito sembrava proprio essere gangia e il Paese lotta contro le droghe.

Inferocito Salvini, non sapendo che si parlava di lui ha gridato allo scandalo e che questo Governo permette gli sbarchi anche in Romagna !

Dall'Area 51 degli Stati Uniti d'America è arrivato un team di ufologi pensando che il clandestino naufrago fosse un alieno ferito che perdeva sangue verde.

Le ascelle puzzone di Carola Rachete

Dopo qualche ora di sconcerto e di sostanziale indecisione è intervenuto il super eroe regionale Bonaccini che ha dichiarato, "l'Emilia Romagna non lascia in mare nessuno" e ordinato al bagnino del Bagno Marisa di lanciarsi al salvataggio del naufrago.

Le operazioni di salvataggio sono partite alle ore 2 zulu, coordinate dalla Marina Militare che, per l'occasione, ha spostato l'Amerigo Vespucci a Cesenatico.

Mentre Salvini e la brodaglia si spostavano verso gli scogli, l'aitante bagnino super abbronzato ha raggiunto il moscone di Salvini che, intanto, eseguiva una rotta circolare da marinaio ritardato. Il bagnino in tranche agonistica si è lanciato stile Jason Bourne ex Agente CIA sul moscone verde ed ha rovesciato il mohito in mare.

L'ira di Salvini allora è trasalita e iniziata una rissa nella quale Salvini al grido di "Porti chiusi e cazzate varie...ed anche Quindi..." si è lanciato armato con uno stecchino da ghiacciolo ciucciato verso il bagnino che, però, come Sandokan, ha evitato la tigre inferocita.

Salvini, allora, è precipitato nella brodaglia verde che nascondeva gli scogli sotto la superficie e incornato uno scoglio riemergendo con 22 cozze piantate in testa. Il bagnino, però, ha avuto la meglio ed ha tratto il naufrago a bordo intanto che, il diligente Giorgetti, travestito da vigile urbano, sequestrava tutte le telecamere della spiaggia

Esausto e sconfitto il capitano leghista ha chiesto l'onore delle armi e di essere abbandonato sugli scogli a 50 metri dalla spiaggia, sull'isola degli incompresi.

Passati tre giorni, dal bagno asciuga si poteva scorgere un uomo abbronzatissimo senza mohito che scrutava l'orizzonte mentre la brodaglia verde raggiungeva le Mauritius per ricongiungersi con l'altra chiazza oleosa.

Giorgia Meloni mentre apprende la notizia

La Meloni è stata subito avvertita dell'incidente ed ha ordinato a Crosetto di recarsi a Milano Marittima per portare a Salvini un brodetto di cozze e vongole e una frittura di totani. "Guido", ha detto la capessa di Fratelli d'Italia, "portamelo vivo che ne abbiamo ancora bisogno".... Guido Crosetto ha eseguito subito gli ordini ma, mentre portava le libagioni, le ha mangiate perchè si era fatto tardi e aveva un certo languore allo stomaco.

Disperato ed affranto durante la notte Salvini, nuotando a rana fritta, è rientrato sulla battigia dove un ubriacone di Rifondazione Comunista della delegazione di Cervia gli ha detto....."tì propria un pataca !!"

Robin - CRONACHE da GOTHAM