Il LOLEX di Salvini

Adesso non ne se ne può più. Il leader dell'opposizione, che si erge come ultimo bastione del mondo libero, perlomeno in Italia, ha fracassato le palle.

Chi lo dice è un uomo con chiari e arcigni valori di destra che però non sopporta più il "socialnetworkismo salviniano".
È certo che se le destre non andranno al Governo almeno fino al 2023, se la dovranno sudare comunque ed è tutta colpa del maledetto orologio rotto di Salvini marca LOLEX, comprato dal Cinese.Infatti l'assoluta mancanza di tempismo di Salvini è ormai celeberrima e diventerà presto una citazione storica.
La domanda che ci si deve porre e se il Legaiolo meriti ormai un proprio fuso orario. Lo chiameremo il fuso orario sbagliato.
All'interno di questa zona sbagliata, sono contenute le coglionate politiche che il  Legaiolo ha, probabilmente, appeso come trophy asset nella sua cameretta vista Navigli.
Il fuso orario sbagliato ed il LOLEX di Salvini hanno cominciato a sbarellare le ore già dopo le elezioni politiche....che adesso scrivendoci sopra, sono così lontane che manco ci si ricorda l'atmosfera del voto...
Ne uscì benissimo il Legaiolo con una rappresentanza parlamentare importante, dietro alle legioni gialle. A ben guardare lui era in ascesa ed un orologio normale avrebbe scandito il tempo di un compattamento a destra, Salvini avrebbe dovuto lavorare per fare resuscitare Forza Italia, anima democristiana che tranquillizza il Mattarello Italico, e dovuto convincere la Meloni a stare in scia, senza tentare mai il sorpasso. Il centro destra aveva il 37% che sarebbe diventato 50%.
Ma il LOLEX cinese colpisce e Salvini che, rigorosamente, guarda solo la sua patacca, improvvisa quell' abominio contro natura di governo dei sodomiti Giallo Verde, dove c'era solo voglia di rapporti controvoglia. Sicuro che il fuso orario fosse giusto andava per colli a blaterare coerenza, mentre già una parte del suo elettorato vomitava nei pitali, al buio delle proprie passioni politiche spente.
Ma Dio vuole bene al Legaiolo e quindi gli ha da migranti da respingere a iosa e crescere a dismisura nel consenso de panza degli Italiani. Un successone.  Allora lui che fa? Riguarda la patacca e vede che è ora di passare alla cassa. Distrugge il governone sodomita, dove a capo c'era un vassallo di poco conto, tale "Giuseppi" Conte e mette stò tizio al centro del mainstream. Una cazzata degna di Fracchia. L'orologio LOLEX, infatti, segna che è l'ora di passare alla vittoria finale.

Ora sbagliata. In quel lasso di tempo, sbaglia a considerare le Sardine innocue, sbaglia a leggere l'attacco delle Sardine non capendo che il pericolo non era che diventassero un puzzolente partito politico ma un collante straordinario per le sinistre. Loro si, i cattocomunisti, che erano terrorizzati di essere sostituiti dai bellocci che puzzano di pesce. Ed allora invece di compattare la destra, lui se ne frega e posta dei gattini su Facebook.
L'orologio LOLEX, sbaglia ancora quando, agli albori della nascita del Governo dei perdenti, si accapiglia con Conte e gli tira la volata per mettere insieme un governo che ha talmente tanti medio-man che Conte si erge al Maximo Cesare.
Nasce er governo de a ROMA, Giallo Rosso.
In quei giorni, Salvini viene avvistato sui Navigli senza orologio, ma si sa che quando ti leghi ad una cosa è difficile separarsene. Allora lo rimette, al polso, ed in questo slancio di ritrovata fiducia, ricomincia ad investire sull'unica cosa che sa fare il SOCIALNETWORKISMO.

Boiate retoriche mattino, pomeriggio e sera, previsioni che sono sempre sbagliate. Punta tutto sulla panza degli Italiani e riesce, con il suo LOLEX, a resuscitare Berlusconi e far sembrare importante Tajani, a sdoganare come super-gnocca la Meloni, che zitta zitta, avendo lei un crono speed master, gli ruba voti. Gioisce su FB e Twitter, come Justin Beaber, quando il Centrodestra sbanca alle locali, senza capire che i suoi voti si stanno riallocando sempre a destra ma a casa di altri.
Intanto è andato a trasformare Bonaccini, in Martin Luther King.
La moglie disperata immaginiamo che gli abbia detto: "Matteo ma ci sei o ci fai....devi recuperare centralità, tu sei il Legaiolo." Baciandolo teneramente prima di dormire nella cameretta vista Navigli, la Sig.ra Salvini avrà cercato di accompagnare il marito in un sogno rivelatore, qualcosa che lo facesse recuperare l'esatto storico scandire del tempo. Il sogno invece era una cagata e il legaiolo al mattino ha ricominciato a Facebookare sugli immigrati, magiare le ciliege in diretta, sputando i semi addosso al non inquadrato saggio Giorgetti, ritrasfromandosi un Hooligan di se stesso.
Preso a sberle dai suoi preoccupatissimi consiglieri allora il nostro eroe ha varato l'attacco finale. Conte e l'Europa sono degli stronzi! Questo il fantastico messaggio politico della guerra senza quartiere.
E via a sproloquiare che le aziende sono fallite per l'incapacità del Governo, e che sarebbe successa l'apocalisse e che sotto sotto è convinto che Conte è un cinese.
Bastava invece invocare un' unità nelle destre ed invece di fare i capricci quando c'era da decidere cosa fare per il Covid, tacere, sostenere un Governo che piano piano avrebbe scelto di essere sostenuto con i voti di opposizione, dilaniato come era da faide interne. Invece il legaiolo ha cannato anche stavolta. Berlusconi invece lo ha capito e ne ha tratto vantaggio, e nelle sue dichiarazioni sagaci ed urticanti la Meloni, è riuscita a combattere il Governo sostenendo il buonsenso. Apprezzabile dagli Italiani, questo è certo.
Salvini è quindi rimasto li a giocarsi tutto al monopoli del recovery fund ed anche stavolta ha sbagliato il tempo. Conte è andato in Europa con la faccia di Salvini in slip da bagno, con il cotone idrofilo per ingrossare il pacco, ed ha detto questa frase alla Merkel ed a Macron. "La prossima riunione, se non I date il malloppone, la fate con questo qui".
E' bastato questo per farsi dare dall'Europa il doppio di quello richiesto e ricompattare la sinistra intorno al condottiero Conte. Salvini ha perso anche questa scommessa, sempre per colpa del fatto che il suo LOLEX lo fa puntare sulla corsa sbagliata.
E ora cosa succederà? Nessuno sa cosa bolla nella pentola di Salvini ma qualcosa di grosso dovrà capitare dopo che è riuscito a trasformare un avvocato fallito di Foggia in uno statista. Speriamo che qualcuno butti il LOLEX, ma Salvini non se ne separa mai.
Come i Cinesi conquisteranno l'Italia? Con un orologio patacca. 

Robin - CRONACHE DA GOTHAM