Le piste bancabili: la nuova idea geniale dell’Azz'olina. Il sindaco Sala “ Milano sperimenterà subito”.

Le nuove piste bancabili nella Milano da bere. Bobo Vieri ha commentato "shave like a bomber"

Tempi di merda per gli automobilisti. Da quando è insediato il governo degli statisti giallo rossi, nel quale si muovono miriadi di Task Force, Commissari e Comitati scientifici, per gli automobilisti è iniziata la ghettizzazione. Saranno, infatti, pian piano spinti a percorrere strade sterrate, rimpicciolite o uscire solo di notte come i fan del Duca in "Fuga da New York".

La polemica sulla Scuola ci sfracella i coglioni da settimane ma ora, che le scuole sono in apertura, le soluzioni stanno a zero.

I banchi a ruote sono il must di politici e commentatori tanto che Dolce & Gabbana hanno disegnato, per dare un contributo fattivo, un banco a ruote fichissimo leopardato e ricoperto di diamantini che, di questi tempi, andrà sanificato ogni due per tre.

I laboriosi bidelli sono in agitazione perchè i banchi con le ruote si spostano e, quando ci passi lo straccio, cominciano la girandola colpendoti la nocetta della caviglia. Sicchè, alcuni di loro, in pieno stile assistenzialista, hanno chiesto 10.000 punti di invalidità e si sono dichiarati indisponibili a cominciare il lavoro senza una fornitura di stivali da moto Dainese a protezione della nocetta, detti nocetta-airbag-boots (meglio noti come NAB).

Il superpagato e figo commissario Arcuri, dopo aver disintegrato ogni speranza di avere mascherine e ventilatori durante la pandemia, è stato mandato - in upgrade - ad occuparsi anche degli studenti italiani con l'obiettivo di acquistare gel mani e sanificanti.

Per risolvere un così complesso compito si è recato al CONAD con un carrello grande per fare acquisti e quando la Ministra Azz'olina, su tutte le furie, si è presentata da Arcuri, con un rossetto nero per acuirne l'incazzatura, dicendo con voce Shining "dove cazzo sono i gel ed i sanificanti?", lui gli ha risposto che si "preoccupava per niente" perchè, in un tripudio di efficienza, aveva comprato ben 30 boccette di gel e 25 spray sanificanti.

La Azz'olina, allora, gli ha spiegato che occuparsi della scuola nazionale non significa occuparsi della "scuola nazionale" di Via Nomentana, ma dell'intero sistema scuola Italiano, allora Arcuri l'ha guardata con supponenza ed è andato al cesso resettando il colloquio. Poi è tornato alle sue sub-attività come se niente fosse.

Sicchè la Azz'olina si è trovata di fronte al dilemma: come sanificare i banchi a ruote, anche quello di Dolce e Gabbana, senza che ciò uccida le nocette delle caviglie dei bidelli ? 

Per risolvere il quesito, sono stati chiamati in conclave tutti i rappresentanti del Governo. Alla riunione, fra lo stupore di tutti, ha partecipato Mattarella che passava a da li perchè non aveva un cazzo da fare. Al Presidente è stato permesso di parlare per primo e, dall'alto della sua carriera di pragmatico lavoratore, ha suggerito di stampare su ogni banco a ruote un "monito contro il Covid19".

Stupefatto dal contributo, Conte lo ha ringraziato consegnandogli un istituzionale omaggio composto da un trittico di medicinali geriatrici con bugiardino in carta d'Amalfi. Poi, il Premier nasone, ha preso la parola proponendo, anche per questo problema, l'utilizzo dello schema di ricostruzione ponte Morandi. Di fronte a questa proposta geniale è calato il silenzio: tutti appesi in attesa dello svolgimento pratico dell'idea. E' stato allora che Conte ha calato l'asso: "faremo sanificare i banchi dalla Impregilo dietro il coordinamento di Renzo Piano....". Non è nemmeno riuscito a completare la frase che la Azz'olina, montando con le ginocchia sul tavolo, ha iniziato a vomitare verde e ruotare la testa di 360 gradi come nell'esorcista, per l'incazzatura incontrollabile.

Per calmarla, la Bellanova ha preso la parola rilanciando l'idea di una nuova sanatoria per gli immigrati a patto che arrivino con il gommone muniti di flacone sanificante. L'idea non è stata, però, ben accetta per cui è stata ricoperta da quintalate di mele cotte  e buttata giù dallo scalone.

Ha preso, allora, la parola Speranza, tecnico con muffa del Ministro della Sanità dando come contributo una minchiata a capocchia che non ha fatto presa alchè la Azz'olina l'ha apostrofato come inutile consumo di ossigeno.

Fuori dalla sala passava Pietro Grasso, ancora piangente per la mancata nomina in Commissione Giustizia che, sommessamente, ha chiesto di dare il proprio contributo proponendo di arrestare tutti i bidelli. Apostrofato come vecchio idiota se ne è andato piangendo dal barbiere delle Camera.

Allora la Azz'olina, si è sistemata il reggiseno, con due mani per tetta, ed esclamato....."Ricorriamo alle famiglie".

"Arcicazzo l'idea è geniale", ha commentato Casalino, mentre la Ministra ne spiegava la consistenza: ogni famiglia dovrà sanificare il banco del proprio figliolo... Sono seguiti applausi a crepamani da tutto il Governo che, con un voto definitivo ed all'unanimità, ha deciso di dare ampia delega all'Azz'olina per aver dimostrato capacità di problem solving non comuni.

Come fare per mettere a terra l'idea risolutrice? Il compito di risolvere la sanificazione del banco a ruote è stato affidato ad una Task Force chiamata "bancoaruotesano" formata da n. 54.321 saggi che nell'ordine ha statuito:

1) i banchi a ruote devono essere dotati di propulsione. Ciò consentirà all'allievo di andare a casa con il banco a ruote che verrà usato anche come mezzo di trasporto e permetterà alle famiglie di sanificarlo fra le mura domestiche;

2) per lo spostamento a propulsione devono essere approntati dei telai, prodotti dall'IKEA con il nome di "Puttanatallah", con i quali mediante 456 facili pezzi assemblabili si potrà usare il monopattino elettrico promosso dal Governo per dare propulsione al banco a ruote;

3) tutti i Comuni devono dotarsi di piste bancabili a doppio senso di marcia perchè i pargoli vanno e vengono;

4) i primi tre anni di scuola dell'obbligo saranno spesi per montare il kit "Puttanatallah" e fare i corsi di guida per il "bancoaruotemonopattinopropulso", (l'immediato e facile nome scelto dal comitato scientifico dei 54.321 saggi);

5) come città test è stata scelta la glamour Milano che, accettando, ha iniziato la costruzione della pista bancabile, per ordine diretto del sindaco Sala ritratto con un badile in mano, da realizzarsi a fianco della pista ciclabile, quella monopattinabile e quella pedonale. La larghezza della corsia riservata alle antiquate vetture dedicata agli automobilisti, al netto della preferenziale taxi e tram di Via Vitruvio, scende a 80 cm nei due sensi di marcia e potrà essere percorsa solo da Smart che la percorrano di taglio.

Gli automobilisti ringraziano: come non andare fieri di questa porno-ministra !!

Cat Woman  - CRONACHE DA GOTHAM